Month: novembre 2016

Home / 2016 / novembre
Rotondi: Rc ha dimostrato che il cdx può essere unito

Rotondi: Rc ha dimostrato che il cdx può essere unito

"Il congresso di Rivoluzione Cristiana ha dimostrato che un centrodestra unito può esserci al di là delle differenze di cultura e sensibilità che peraltro ci sono sempre state per ventidue anni: Giorgia Meloni e il vicesegretario leghista Raffaele Volpi hanno fatto discorsi molto equilibrati e sono stati lungamente applauditi dai nostri delegati. È evidente che veniamo da storie diverse ma c'è un amalgama che permetterà a Rivoluzione Cristiana di portare il contributo della cultura cristiano sociale in un centrodestra fortemente innovato". Lo afferma il segretario nazionale di Rivoluzione Cristiana, Gianfranco Rotondi.

Rotondi: se vince il No si prepari Alfano

Rotondi: se vince il No si prepari Alfano

"Nella Terza Repubblica, popolata di volenterosi giovanotti e svolazzanti cronisti, pochi hanno preso sul serio la mia previsione più che proposta di un governo istituzionale di scopo presieduto dal ministro degli Interni Alfano, in caso di vittoria del no. Per festeggiare la mia elezione a segretario di Rivoluzione Cristiana concedo volentieri una breve spiegazione di prassi costituzionale: se Renzi sbatte la porta e se ne va, è probabile che Mattarella debba utilizzare il governo in carica per gli affari correnti e per accompagnare il rapido varo di una nuova legge elettorale. Piuttosto che imbarcarsi nell'avventura di costruire un nuovo esecutivo per tre mesi, è probabile che il capo dello Stato possa lavorare a un Renzi fotocopia presieduto per tre mesi dal ministro degli Interni in quanto competente in materia elettorale. Nei manuali take governo si definirebbe governo istituzionale di scopo". Lo afferma Gianfranco Rotondi eletto ieri, a conclusione del secondo Congresso di Rivoluzione Cristiana, segretario del partito.

Rotondi eletto Segretario Rc. Tedeschini Presidente

Rotondi eletto Segretario Rc. Tedeschini Presidente

A conclusione del Consiglio Nazionale di Rivoluzione cristiana, tenutosi domenica 27 e lunedì 28 novembre, presso la Sala Congressi dell'Hotel Parco Tirreno, a Roma, è stato eletto Segretario nazionale l'onorevole Gianfranco Rotondi, che ha nominato capo della segreteria politica, l'onorevole Franco De Luca. Presidente del Consiglio Nazionale del partito, è stato eletto l'Avvocato Federico Tedeschini. Le altre nomine sono state:
Vice Segretario nazionale il Sen. Nicolò Sella di Monteluce; Vice Presidente vicario il Dott. Davide Bernardini; Vice Presidente del Consiglio Nazionale la Prof.ssa Alda Boscaro; Tesoriere l'Avv.Tommaso Marvasi; Dirigente organizzativo il Avv. Prof. Francesco Paolo Procopio; Responsabile della Stampa e della propaganda il Dott.Marco Todisco; Dirigente Enti Locali il Prof. Carlo Pacella. L'onorevole Giampiero Catone è stato riconfermato Coordinatore Nazionale di Rivoluzione cristiana. Adottato integralmente lo statuto della Democrazia Cristiana.

Berlusconi, Renzi mai votato, con il sì cerca legittimazione popolare

Berlusconi, Renzi mai votato, con il sì cerca legittimazione popolare

"Un governo non eletto dai cittadini, il terzo consecutivo, cerca nel referendum costituzionale la legittimazione che non ha mai ottenuto dalle urne elettorali". Lo dice Silvio Berlusconi nel messaggio inviato ai delegati congressuali del partito di Gianfranco Rotondi, Rivoluzione Cristiana, appena letto in sala. "Nostro comune impegno è di battere questo tentativo - aggiunge il leader di Forza Italia - ritagliato su misura dei calcoli di potere del presidente del consiglio e del suo partito". Per Berlusconi la riforma è un tentativo che "non porterebbe più efficienza, né minori costi, ma che ridurrebbe gli spazi di democrazia, fino a consegnare a un partito con il 30% dei voti, e quindi con il consenso del solo 15% degli italiani, tutto il potere, compreso il controllo sulle istituzioni di garanzia come il Quirinale e la Consulta".

Rotondi a sorpresa elogia il cerchio magico di Berlusconi

Rotondi a sorpresa elogia il cerchio magico di Berlusconi

"E a sorpresa nel Congresso di Rivoluzione cristiana riappare il cerchio magico di Berlusconi. Più delegati hanno criticato Berlusconi per la scarsa attenzione che riserva al mondo democristiano e alcuni hanno esortato il presidente Gianfranco Rotondi a trarne le conclusioni". Lo racconta in una nota l'ufficio stampa di Rivoluzione Cristiana. "Ad un certo punto - prosegue nel racconto la nota - Rotondi ha preso il microfono ed è sbottato: "Che volete da me prendete carta e penna e scrivete a Berlusconi: da quando non c'è più il cerchio magico nessuno ci parla più, volete prendervela con me per questo?".

Referendum: Rotondi, una riforma farlocca

Referendum: Rotondi, una riforma farlocca

"La riforma? E' una cazzata, continuo a non trovare espressione migliore per definire una modifica alla costituzione farlocca". Così Gianfranco Rotondi presidente di Rivoluzione Cristiana parlando dal palco del congresso del suo schieramento in corso a Roma presso l'hotel Parco Tirreno, sottolineando il suo no al referendum del 4 dicembre prossimo: "Ma va detto che la riforma doveva farla il centrodestra e questo è stato un nostro errore", ha concluso Rotondi.

Cdx: Rotondi, noi in campo per rifare la Dc

Cdx: Rotondi, noi in campo per rifare la Dc

"Rivoluzione cristiana è in campo per ricostruire la Dc, noi dobbiamo essere la prima pietra per la ricostruzione". E' il programma del progetto che il presidente Gianfranco Rotondi, chiede di approvare al congresso del suo schieramento in corso a Roma. Per il leader di rivoluzione cristiana "il presidente Berlusconi deve fare un passo avanti" perché dobbiamo rifare la Dc all'interno del partito popolare europeo, in accordo con il cavaliere", ha sottolineato Rotondi. Rotondi è fiducioso perché "Berlusconi sta dando il meglio di sè, degli ultimi 20 anni, riscoprendo la lezione di De Gasperi, come ad esempio il proporzionale". "Ma non faccia ora il fantasma che appare e scompare, lasciandoci soli in questa battaglia". "La linea l'ha dettata Gianni Rivera - dice ancora Rotondi, ricordando come l'ex calciatore proprio nei giorni scorsi abbia detto che la 'scomparsa della Dc è stata una perdita per tutti, non solo per i democristiani'.

Rotondi: “Rc adotta all’unanimità lo statuto della vecchia Dc”

Rotondi: “Rc adotta all’unanimità lo statuto della vecchia Dc”

"Rivoluzione Cristiana vota il nuovo statuto e adotta all'unanimità lo statuto della vecchia Dc. Viene ripristinata la figura del segretario politico e viene ripristinata l'elezione di un Consiglio nazionale, eletto con metodo proporzionale". Lo dichiara il leader di Rivoluzione Cristiana, Gianfranco Rotondi prendendo la parola al Congresso di Rivoluzione Cristiana.

Rotondi: “Rivoluzione Cristiana adotta all’unanimità lo statuto della vecchia Dc”

Rotondi: “Rivoluzione Cristiana adotta all’unanimità lo statuto della vecchia Dc”

"Rivoluzione Cristiana vota il nuovo statuto e adotta all'unanimità lo statuto della vecchia Dc. Viene ripristinata la figura del segretario politico e viene ripristinata l'elezione di un Consiglio nazionale, eletto con metodo proporzionale". Lo dichiara il leader di Rivoluzione Cristiana, Gianfranco Rotondi prendendo la parola al Congresso di Rivoluzione Cristiana.