Month: giugno 2017

Home / 2017 / giugno
Rotondi: “De Mita si rassegni, la Dc è stata sostituita da Berlusconi”

Rotondi: “De Mita si rassegni, la Dc è stata sostituita da Berlusconi”

Gianfranco Rotondi, intervenuto ieri ad Avellino alla presentazione del libro di Sabino Morano, pone l’accento su come l’elettorato italiano sia storicamente ed essenzialmente di centrodestra. Poi la stoccata a De Mita: “Il ruolo della Dc è stato sostituito da Berlusconi, so che questa cosa a De Mita non piace ma è andata così ed è il caso di rassegnarsi.” E sulla città capoluogo: “Non mi occupo di politica avellinese da 22 anni. Da cittadino di Avellino ho votato lo stesso candidato di De Mita per due Amministrative, il mio partito è stato alleato dell’Udc.”

Rotondi: “Cattolici protagonisti nel centrodestra ma serve chiarezza”

Rotondi: “Cattolici protagonisti nel centrodestra ma serve chiarezza”

"Siamo in campo e faremo contare i cattolici nel centrodestra di governo. Ma abbiamo bisogno di sapere chi siamo. Parlerò chiaro alla convention del Cdu di lunedì prossimo: lì esprimerò le mie idee su quello che le forze cattoliche possono fare per una nuova stagione di protagonismo". Così il segretario di Rivoluzione Cristiana, Gianfranco Rotondi preannunzia il suo intervento lunedì alla convention del Cdu di lunedì prossimo.

Vitalizi, Rotondi: Renzi vuol completare la sua collezione di nemici

Vitalizi, Rotondi: Renzi vuol completare la sua collezione di nemici

"La vocazione di Renzi a collezionare nemici lo induce a calendarizzare subito una riforma dei vitalizi che non tocca i parlamentari in carica (già suoi nemici) ma tutti gli ex (che non lo sono ancora, e sono in gran parte Dc e Pci, oggi nel Pd". Lo afferma il segretario nazionale di Rivoluzione Cristiana, Gianfranco Rotondi.

Rotondi: Rivoluzione cristiana compie due anni. È la sola forza cattolica del centrodestra

Rotondi: Rivoluzione cristiana compie due anni. È la sola forza cattolica del centrodestra

Oggi Rivoluzione Cristiana compie due anni. È la sola forza cattolica del centrodestra: dove un tempo si affollavano le bandiere di Cdu, Ccd, Udc, oggi sventola solo il drappo rosso con la scritta Rivoluzione Cristiana.
È la nostra forza, è la nostra debolezza: è la nostra forza perché dimostriamo che le idee non si possono soffocare; è la nostra debolezza perché il centrodestra è distratto sulla questione cattolica, ritiene residuale il nostro ruolo, patisce una incompletezza di cui fatica ad avere coscienza.
Per giunta gli intellettuali di centrodestra non riescono a capire la portata della rivoluzione di Papa Francesco e la conseguente necessità di realizzarne un'altra di pari forza sul terreno del laicato cattolico.
Ne consegue che molti cattolici si rifugiano nell'astensione e c'è stato persino un momento in cui pareva che si aprisse un colloquio francamente innaturale col grillismo.
Ci resta davanti un lavoro gigantesco. Intanto si spegne allegramente la seconda candelina e la dedichiamo con affetto a chi più di tutti noi volle questa scommessa, Alfredo Tarullo. Lui sì che pochi mesi dopo fu destinato a conoscere l'unica e certa verità della storia.

Gianfranco Rotondi

Rotondi: “Voto politico, ora subito arco nazionale. Rivoluzione cristiana ci ha creduto”.

Rotondi: “Voto politico, ora subito arco nazionale. Rivoluzione cristiana ci ha creduto”.

"Mai un voto amministrativo è stato così politico: la vittoria del centrodestra è stata generale, un'onda lunga superiore alle elezioni regionali del 2000. Gli italiani sono spaventati dall'ingovernabilità, osservano l'implosione della sinistra, l'inaffidabilità di Grillo, e si affidano alla forza tranquilla del centrodestra. Per la prima volta hanno votato per noi italiani di sinistra che sono i benvenuti nell'arco nazionale che prenota il governo del Paese.
Rivoluzione Cristiana ci ha creduto ed è il solo partito ad aver presentato un po' di liste oltre ai tre partiti maggiori: è onesto che oggi, con la giusta misura, festeggiamo anche noi dopo quattro anni di solitudine e sacrificio". Lo dichiara in una nota il segretario nazionale di Rivoluzione Cristiana, Gianfranco Rotondi.

Rotondi: “D’accordo con Tajani, la rivincita del centrodestra si chiama Berlusconi”.

Rotondi: “D’accordo con Tajani, la rivincita del centrodestra si chiama Berlusconi”.

"Rivoluzione Cristiana è in campo per i ballottaggi. La seconda giovinezza di Berlusconi darà la vittoria al centrodestra. Tra un anno saremo al governo". "Non so se Berlusconi ha smentito la candidatura dei suoi direttori ma qualcuno di loro sarà in lista per Rivoluzione Cristiana e tradizionalmente il presidente rispetta i nostri patti federativi. Dal 2006 facciamo liste insieme e mi ha lasciato sempre libertà di scelta dei candidati". "Ha ragione il presidente Tajani: Silvio Berlusconi è ancora la risorsa che permette questa straordinaria rimonta del centrodestra". Lo afferma il segretario nazionale di Rivoluzione Cristiana, Gianfranco Rotondi.

Rotondi: “Stimo Calenda, ma la penso come Salvini”

Rotondi: “Stimo Calenda, ma la penso come Salvini”

"Stimo Calenda, ma la penso come Salvini: il centrodestra non può accogliere pezzi del sistema della sinistra. Serve una netta discontinuità", lo afferma il segretario di Rivoluzione Cristiana, Gianfranco Rotondi.