Milano

Home / Posts tagged "Milano"
Comunali, Rotondi: Berlusconi all’oscuro del veto su di noi

Comunali, Rotondi: Berlusconi all’oscuro del veto su di noi

"A Milano Rivoluzione Cristiana si presenta col candidato sindaco Nicolò Mardegan". Lo afferma il presidente di Rivoluzione Cristiana, Giafranco Rotondi, che racconta: "Ho parlato con Berlusconi la scorsa settimana e mi ha confermato ciò che davo per scontato: egli era all'oscuro del rifiuto, opposto alla nostra lista, per un apparentamento con Parisi. Ovviamente -conclude Rotondi- questo ha creato un incidente politico rilevante, e per quanto ci riguarda andremo avanti a Milano per la nostra strada, al primo e al secondo turno".
Sala ineleggibile?

Sala ineleggibile?

Giuseppe Sala potrebbe risultare ineleggibile per la carica di Sindaco di Milano ed incompatibile come consigliere della Cassa depositi e prestiti. Possibile?

Secondo le anticipazioni di “Panorama” le sue dimissioni da Commissario di Expo 2015 non sarebbero state protocollate ed il candidato alla poltrona di primo cittadino ambrosiano risulterebbe essersi dimesso solo da amministratore delegato della società Expo, atto annunciato il 18 dicembre 2015 e ratificato due mesi dopo, a campagna elettorale già in corso.

Per lo staff di Sala, le dimissioni “inviate al cda di Expo lo hanno fatto automaticamente decadere anche da commissario”. Ma, in base alla giurisprudenza, le due cariche non cesserebbero assieme. Al contrario, la volontà di terminare l’incarico commissariale andrebbe comunicata al governo e dovrebbe seguire un “atto di pari efficacia costituzionale” rispetto a quello d’incarico: poiché Sala è stato nominato da un decreto del presidente del Consiglio, un altro decreto avrebbe dovuto notificare l’accettazione delle dimissioni, nominando contestualmente un nuovo commissario oppure sopprimere la carica.

Il premier Matteo Renzi aveva tempo solo fino alla data di presentazione delle candidature, l’8 maggio. Qualsiasi mossa successiva, o incompleta sancirebbe l’ineleggibilità di Sala e, in base alla legge Severino, la sua automatica incandidabilità. Fin qui, dunque, lo scenario eventuale che deve fare i conti con quelle che saranno gli orientamenti delle autorità competenti...

Milano, Rotondi: Mardegan unico candidato non governativo

Milano, Rotondi: Mardegan unico candidato non governativo

Oggi alle ore 10 il presidente di Rivoluzione Cristiana, Gianfranco Rotondi, a Milano per accompagnare il candidato sindaco, Nicolò Mardegan, all'incontro programmato in Assoedilizia, in Via Meravigli. "Rivoluzione Cristiana - ha dichiarato Rotondi - è una forza di opposizione al governo Renzi e ha scelto Mardegan perché è l'unico candidato non governativo. Parisi e Sala sono diversamente renziani".
Milano: Rotondi, mi candido e investo su Mardegan

Milano: Rotondi, mi candido e investo su Mardegan

«Siamo noi il centrodestra. Parisi ha dimostrato di essere solo il candidato della vecchia politica che vuol tornare. Investo su un giovane milanese con idee e valori affini a Rivoluzione Cristiana. Sono abituato a mettere la faccia nelle battaglie di principio e dunque guiderò la lista di Rivoluzione Cristiana candidandomi al Consiglio comunale». Così Gianfranco Rotondi, presidente di Rivoluzione Cristiana, mentre annuncia l'appoggio al candidato sindaco Nicolò Mardegan.
Milano, Rotondi: «Noi fuori perché Lupi decide per tutti. Al ballottaggio ricambiamo la cortesia».

Milano, Rotondi: «Noi fuori perché Lupi decide per tutti. Al ballottaggio ricambiamo la cortesia».

Intervista a Gianfranco Rotondi su "Il Giorno" dell'20 aprile 2016 - di Gianbattista Anastasio

Gianfranco Rotondi, la sua Rivoluzione cristiana alla fine non correrà per Milano dalla stessa parte del centrodestra e del suo candidato sindaco, Stefano Parisi. Perché?

Rivoluzione cristiana ha lavorato fini all’ultimo per l’unità della coalizione di centrodestra ma all’interno di quella coalizione c’è chi ci vive come una rottura di scatole nonostante i nostri buoni propositi e nonostante Rivoluzione cristiana non ambisca certo alla maggioranza relativa.

Chi ha posto il veto su di voi?

A me Parisi ha detto di avere una opinione positiva di Rivoluzione cristiana e di essere favorevole al nostro ingresso nella coalizione. Del resto, noi lavoriamo ovunque per l’unità del centrodestra, non solo a Milano. Peccato che solo l’altro ieri mi abbia chiamato Mariastella Gelmini (Coordinatrice Regionale di Forza Italia, ndr) dicendomi che non si poteva ragionare su alcun apparentamento per evitare problemi con “Milano Popolare”, vale a dire Maurizio Lupi e il Nuovo Centrodestra, e con la stessa  Forza Italia. Un’assurdità.

Assurdo che?

Assurdo che Lupi e il Nuovo Centrodestra tornino nella coalizione dopo una bella passeggiata a sinistra e dettino la linea. Assurdo siano loro a decidere chi deve entrare e chi deve restare fuori e che a restare fuori sia il movimento di un’appartenente al Gruppo Parlamentare di Forza Italia quale è il sottoscritto. Assurdo che Silvio Berlusconi definisca Parisi come un uomo del fare lontano dai partiti. A me pare, invece, che si relazioni ai partiti ancora come un city manager e non come un candidato sindaco.

E adesso?Avanti con la candidatura a sindaco di Carlo Arrigo Pedretti, ex Preside dello storico liceo Parini?

Noi abbiamo interrotto per due settimane la raccolta firme perché pensavamo fosse possibile far parte della squadra che sostiene Parisi, ora però si riparte: Pedretti sarà il nostro candidato.

In caso di ballottaggio Giuseppe Sala e Stefano Parisi da che parte stareste?

Al secondo turno è evidente che non ricambieremo il centro-destra e Parisi con un bacio. Escludo di tornare a bussare alla stessa porta dalla quale siamo stati tenuti fuori. Di Giuseppe Sala non ho un concetto negativo e visto che c’è una parte del Governo nazionale che sostiene Parisi, ci può essere una parte dell’opposizione al Governo nazionale che invece sostiene Sala.

Milano, Rotondi: Parisi? Un taxi per escursionisti Ncd

Milano, Rotondi: Parisi? Un taxi per escursionisti Ncd

«Milano è l'unica città d'Italia, dove il voto è solo d'opinione. Non sarà dunque apprezzata l'ambiguità della coalizione che include un pezzo del governo Renzi. Più che fare il sindaco di Milano, Parisi mi pare voler offrire un taxi di ritorno agli escursionisti dell'Ncd». Così Gianfranco Rotondi, presidente di Rivoluzione cristiana e capolista al Consiglio Comunale di Milano di Rivoluzione Cristiana per Pedretti.
Amministrative: Rotondi: «A Milano inizia raccolta firme per Pedretti»

Amministrative: Rotondi: «A Milano inizia raccolta firme per Pedretti»

«A Milano Rivoluzione Cristiana mantiene la candidatura a sindaco del preside Carlo Arrigo Pedretti e inizia oggi la raccolta delle firme. Sarò candidato in prima persona come capolista al consiglio comunale. È una posizione anomala come lo è tutto il quadro milanese. Parisi è appoggiato da parte del governo Renzi e ci può stare che una parte dell'opposizione faccia altre scelte». Lo dichiara Gianfranco Rotondi, presidente di Rivoluzione Cristiana.
Rotondi 3 giorni a Torino: sí a Osvaldo Napoli e Gianni Lettieri, no a Parisi e Bertolaso

Rotondi 3 giorni a Torino: sí a Osvaldo Napoli e Gianni Lettieri, no a Parisi e Bertolaso

«Continua l'impegno del presidente di Rivoluzione Cristiana, Gianfranco Rotondi, nelle città chiamate al voto amministrativo di giugno. Da domenica, sarà a Torino per tre giorni e incontrerà personalmente i cittadini, che attraverso la rete hanno manifestato la disponibilità a candidarsi con il partito». Lo annuncia l'ufficio stampa di Rivoluzione Cristiana, il partito fondato da Gianfranco Rotondi. «Non sarà un casting beninteso - ha precisato il presidente Gianfranco Rotondi- ma voglio conoscere chi vuole entrare in lista, perché dopo tutto la faccia ce la metto io. A Napoli siamo a buon punto e sosteniamo Lettieri, come a Torino ci piace Osvaldo Napoli, che incontrerò domenica. A Roma e Milano - continua Rotondi- non siamo convinti delle scelte del centrodestra: a Roma si gioca a perdere, e a Milano si rincorre l' antipolitica con un candidato, che addirittura ci spiega che farà una giunta destinata a proporsi per il governo nazionale». Infine l'annuncio della conferenza stampa di presentazione di Rivoluzione Cristiana a Torino, prevista per lunedì 29 febbraio alle 11 all'Hotel Victoria, in via Nino Costa 4, con la partecipazione del presidente Gianfranco Rotondi, del coordinatore nazionale Giampiero Catone e del segretario regionale Massimo Gabbio.
Rc, Rotondi: giochi fatti a Milano, siamo incerti a Roma

Rc, Rotondi: giochi fatti a Milano, siamo incerti a Roma

«A Milano, stiamo definendo i dettagli, ma siamo soddisfatti della proposta, che saremo in grado di fare alla città. Rivoluzione Cristiana correrà con un candidato di ispirazione cristiana e democristiana. A Roma, siamo incerti, perché non si riesce ancora a definire una candidatura, di questo segno, nella Capitale del Paese e della Cristianità». Lo dichiara Gianfranco Rotondi, presidente di Rivoluzione Cristiana.